“Libertà per Piacenza”, a Caritas e hospice i primi 30mila euro

08 Marzo 2021

Sono stati interamente erogati ai destinatari – Caritas, hospice di Piacenza e hospice di Borgonovo – i primi trentamila euro raccolti dall’iniziativa “Libertà per Piacenza”, la colletta lanciata da Editoriale Libertà per sostenere le vittime economiche del Covid nonché, oltre ai due hospice che non hanno potuto mettere in campo eventi benefici a causa delle restrizioni anti Covid.

“Libertà per Piacenza” è la raccolta fondi ideata da Editoriale Libertà lo scorso dicembre per aiutare la città e la provincia a rialzarsi dalle conseguenze economiche della pandemia. In particolare si è deciso di sostenere l’alleanza di “Insieme Piacenza” per il potenziamento dei servizi Caritas nonché i due hospice di Piacenza e Borgonovo. Consegnati i primi 30mila euro, la raccolta continua.

Il donatore, nella causale del bonifico, potrà scrivere “pro hospice” o “pro Caritas”. In caso di mancanza di indicazione la cifra viene divisa al 50%. Poiché gli hospice sono due si è deciso di distribuire i fondi raccolti a seconda dei posti letto di ciascuno. Il 62% della somma raccolta “pro hospice” andrà a quello di Piacenza, il 38% a quello di Borgonovo.

Gli hospice di Piacenza e Borgonovo si sostengono grazie a fondi pubblici e privati. Questi ultimi provengono soprattutto da attività benefiche che, nel 2020 e in questi primi mesi del 2021, a causa delle restrizioni dovute al Covid, non si sono potute organizzare. Si stima che l’epidemia abbia cancellato 340 mila euro di offerte per i due hospice.

Per contribuire alla raccolta fondi Libertà per Piacenza esiste un solo modo di donare: il bonifico bancario. Per ragioni di tracciabilità sono stati dunque esclusi il denaro contante così come gli assegni. Si deve effettuare un bonifico bancario sul conto corrente di Editoriale Libertà aperto al Crédit Agricole. L’Iban è IT44I0623012601000032388125.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà