Ordine dei Medici, il presidente Pagani è stato il più votato

16 Marzo 2021

Augusto Pagani, presidente uscente dell’Ordine dei medici di Piacenza ha raccolto il 67% dei consensi dei colleghi piacentini che si sono recati alle urne, risultando il più votato.
Entro otto giorni giorni verrà convocata la seduta per l’assegnazione delle cariche elettive, prima tra tutte quella del presidente. Salvo ripensamenti dell’ultima ora, non sarà però Pagani che pubblicamente ha espresso la volontà di lasciare il testimone ai più giovani.
Le elezioni si sono svolte nei giorni 13, 14 e 15 marzo, per la prima volta in modalità telematica ed elettronica. Sono stati rinnovati il consiglio direttivo dell’Ordine dei medici, la commissione per gli iscritti all’albo odontoiatri, il collegio dei revisori dei conti, sempre dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Piacenza per il quadriennio 2021-2024.
Sono stati 713 i medici (su 1.576 iscritti) e 101 gli odontoiatri (su 263 iscritti) che hanno partecipato al voto, che ha visto l’affermazione della lista “Indipendenza e Continuità”, per quanto riguarda il consiglio direttivo, e della lista “Etica e professione” per la commissione albo odontoiatri.
All’esito dello spoglio sono risultati eletti, per quanto riguarda i medici: Augusto Pagani (481 voti), Maurizio Bianco (452), Giuseppe Gregori (444), Mauro Gandolfini (442), Silvia Peveri (442), Nicola Arcelli (442), Carolina Prati (439), Maurizio Contini (434), Antonio Saginario (433), Giovanni Quinto Villani (429), Chiara Zanzani (427), Anteo Baricchi (422), Greta Gegori (422), Sara Resi (419), Giovanni Tolomeo (416).
Per quanto riguarda la commissione degli odontoiatri sono risultati eletti: Antonio Tosciri (87 voti), Marco Zuffi (84), Stefano Pavesi (81), Stefano Milani (75) e Lucia Quaroni (72). Per il collegio dei revisori dei conti sono infine risultati eletti Claudio Roberto Boneff (484) e Silvia Tombini con (475 voti). Eletta quale Revisore supplente Chiara Maffi (482 voti).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà