Sciopero della filiera Amazon, lunedì 22 presidio a Castel San Giovanni

20 Marzo 2021

L’e commerce cresce e di conseguenza i ritmi di lavoro sono più intensi, “inaccettabili” secondo i sindacati che hanno proclamato per lunedì 22 marzo lo sciopero di 24 ore a livello nazionale, il primo di tutta la filiera Amazon.
Il presidio davanti al magazzino di Castel San Giovanni è previsto tra le 11.30 e le 14.30 di lunedì 22 marzo. I lavoratori dipendenti sono 1.650, oltre 3.500 quelli interinali per il magazzino piacentino.
Gli esponenti sindacali delle categorie trasporti Cgil, Cisl e Uil questa mattina, 20 marzo, hanno illustrato le ragioni della mobilitazione e hanno chiesto ai cittadini di unirsi allo sciopero evitando di fare acquisti online sulla piattaforma nella giornata del 22 marzo.

“Abbiamo chiesto la verifica dei carichi e dei ritmi di lavoro, contrattazione della turnistica, il corretto inquadramento professionale, la riduzione dell’orario dei driver,  buono pasto, indennità di trasferta, clausola sociale in caso di appalto-cambio fornitore, indennità Covid” ha illustrato Floriano Zorzella della Filt Cgil.
“L’aumento considerevole del volume d’affari dovrebbe portare anche alla stabilizzazione dei lavoratori” ha aggiunto Salvatore Buono di Fit Cisl.
“C’è grande malessere tra questi lavoratori a livello nazionali, non si sono mai fermati durante l’emergenza, non possiamo continuare a chiudere gli occhi” ha dichiarato Maria Stella Vannucci di Uiltrasporti soffermandosi sulla necessità di sicurezza.

Sindacati Cgil Cisl e Uil

Allo sciopero aderisce anche il sindacato Ugl.

Sindacato Ugl sciopero 22 marzo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà