Parchi chiusi, polemiche a Podenzano: “Piva, ai nostri figli ci pensiamo noi”

24 Marzo 2021

“Piva ai nostri figli ci pensiamo noi”: recita così lo striscione che il movimento politico Piacenza Tricolore ha affisso nella tarda serata di lunedì 22 marzo in uno dei parchi gioco chiusi da un’ordinanza comunale del sindaco di Podenzano Alessandro Piva per evitare assembramenti. Il gesto di Piacenza Tricolore nasce da un post del sindaco Piva pubblicato il 21 marzo su social e diffuso anche nei gruppi di controllo di vicinato in cui, illustrando la situazione sanitaria di Podenzano, redarguiva i cittadini per non aver rispettato l’ordinanza.

“In questi giorni abbiamo ricordato le persone che ci hanno lasciato a causa del Covid – diceva Piva -. Questo non ha scoraggiato i soliti soggetti che se ne fregano delle ordinanze e delle regole. Tra questi, purtroppo, anche qualche genitore che ne ha approfittato per portare i figli al parco giochi chiuso con tanto di cartelli e bande biancorosse. Un bell’insegnamento per i figli! Complimenti!”.

Le parole di Piva ammonivano quindi pesantemente chi non aveva rispettato l’ordinanza, emessa il 5 marzo e tuttora in vigore che vieta l’accesso alle aree verdi urbane e l’utilizzo delle aree gioco pubbliche.

“Parole gravissime quelle scritte dal sindaco Alessandro Piva– scrive Piacenza Tricolore -. È assurdo giudicare irresponsabili e criminalizzare dei genitori che decidono di accompagnare i figli al parco giochi dopo una settimana rinchiusi in casa, per lo più davanti al monitor di un computer. Non possiamo che essere solidali con i genitori i quali, nel rispetto del buon senso e non dei deliri del sindaco, scelgono con le dovute cautele di far vivere un piccolo ritorno alla normalità ai propri figli”.

IL SERVIZIO DI NADIA PLUCANI

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà