Multati per assembramento: “Non era movida ma l’incontro dopo un funerale”

27 Marzo 2021

“Non era una movida ma un mesto incontro al termine di un funerale”. Lo precisa in una lettera a Libertà un piacentino facendo riferimento al fatto che lo scorso 24 marzo, nel tardo pomeriggio, 13 persone furono sanzionate in merito alla violazione delle normative antivirus. Il fatto era avvenuto fra via Poggi e via Campo Sportivo, alcuni passanti notato il gruppo avevano chiamato le forze dell’ordine e sul posto erano accorse pattuglie di guardia di finanza, carabinieri e polizia locale.
Il piacentino scrive che quel giorno era presente e attraverso la lettera inviata al nostro giornale si rivolge a sindaco e prefetto:
“E’ una richiesta di clemenza e di comprensione, in un momento delicato per la nostra società e cultura. È un periodo triste e difficile per tutti, ma a mio avviso particolarmente per il gruppo di ragazzi di cui parlerò, costretti a subire, oltre al comune disagio, la perdita prematura di due amici, avvenute tragicamente nel giro di pochi mesi. Se questa richiesta fosse giudicata sconsiderata o nel torto, prego allora l’amministrazione di recapitare anche a me la multa, poichè sono colpevole di essere andato al funerale e aver seguito le persone fino al quartiere del mio amico scomparso. Merito quindi la multa per assembramento”.

ALTRI DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ERMANNO MARIANI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà