Ponte Lenzino, dopo gli appelli della valle arrivano quelli di Confindustria

31 Marzo 2021

“La ricostruzione del ponte non può essere sganciata dal momento nel quale avviene. La soluzione proposta dal comitato “Nuovo ponte Lenzino” tiene insieme il passato, il presente e anche il futuro. Non può rimanere inascoltata”. Agli appelli della valle perché si riapra il dialogo tra i sindaci e Anas – Soprintendenza sul futuro ponte Lenzino si unisce anche il presidente di Confindustria, Francesco Rolleri.

Tra gli associati di Confindustria che hanno esperienza sul campo c’è anche Dante Bussatori di Elios. Ed è lui a dirsi scettico e perplesso sulle scelte prese in quella zona, come quella di ricostruire il ponte sul tracciato del vecchio, di quello crollato, con tempi lunghi (si parla della fine lavori nel marzo 2023, per un ponte di ottanta metri) e costosi (21 milioni di euro).

“Rifare il ponte sul tracciato vecchio e a quei prezzi secondo me ha poco senso dal punto di vista tecnico” ha detto l’imprenditore.

IL SERVIZIO COMPLETO DI ELISA MALACALZA SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà