Travo, vaccinazione in sede o a domicilio per gli ultra ottantenni: “Felicissimi”

09 Aprile 2021

La più anziana ha 96 anni ed è anche quella più lontana, tanto che la siringa con il vaccino gliel’hanno dovuta portare a Pillori, a domicilio. La signora Maria – che invece di anni ne ha “solo” 92 – ha scelto di farsi accompagnare all’ambulatorio vaccinale: era la prima volta che indossava la mascherina chirurgica, lei che dall’inizio della pandemia non aveva mai messo il naso fuori di casa, per timore dei contagi.
Sono solo due degli oltre quaranta anziani ultraottantenni che sono stati vaccinati ieri pomeriggio a Travo, nella sede della Assistenza e Soccorso “Valtrebbia”, dove è stato allestito dall’Ausl l’ambulatorio di prossimità per agevolare la distribuzione del vaccino anti-Covid agli anziani che per varie ragione non possono spostarsi dal territorio e raggiungere i vari centri vaccinali a Bobbio o Piacenza.

Gli anziani, felicissimi di poter ricevere la loro dose, sono stati accolti dai medici di base Marco Grazioli e Maddalena Avitabile che hanno dato loro il via libera per la vaccinazione da parte del personale medico dell’Ausl. Alcuni anziani sono stati raggiunti a domicilio, altri sono stati trasportati dalla Pubblica nella sede vaccinale. A tutti loro è stato somministrato il vaccino Moderna. “Per Travo oggi è un bel giorno anche per un altro motivo: il paese è per la prima volta “Covid free”, cioè è la prima volta in cui non si registra neanche una nuova persona positiva al virus dall’inizio della seconda ondata. Probabilmente, i sacrifici hanno funzionato e bisogna ringraziare la popolazione, che ormai è molto stanca di questa situazione”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà