Via Francigena, serve l’accordo con gli agricoltori per aumentare la sicurezza

12 Aprile 2021


Per il tratto piacentino della Via Francigena prima di tutto occorre definire il prima possibile una “via maestra” separata e diversa, ma non distante, da luoghi pericolosi. Già Alseno ha fatto qualcosa. Fra Pontenure e Fiorenzuola nessun problema. Due i punti cruciali: il superamento del Trebbia a San Nicolò e il tragitto da via Colombo in città fino a Pontenure. Il Comitato Tratta Piacenza della Francigena compie un altro passo in avanti nell’azione di una “variante” dello storico percorso che escluda – ma solo per poche centinaia di metri – il tragitto ufficiale dalla trafficata via Emilia. Il Comitato ha già individuato sulla carta un percorso alternativo sia in uscita dalla città che parallelo alla via Emilia. In questi giorni alcune associazioni e grandi camminatori piacentini proveranno e tracceranno il nuovo percorso in sicurezza. Poi gli agricoltori saranno indispensabili.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà