Rina e Matteo, la coppia che vince il Covid e ringrazia le Usca: “Ci avete salvati”

14 Aprile 2021

Marito e moglie di Vigoleno colpiti dal Covid-19 e “scampati” al peggio hanno scritto una lettera per sottolineare quanto per loro sia stato importante contare sull’aiuto delle Usca. Hanno evitato il ricovero in ospedale e si sono sentiti “accuditi” pur vivendo in una zona isolata e difficile da raggiungere.

“A voi, medici ed infermieri delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale di Piacenza, GRAZIE, grazie per essere davvero speciali” – inizia così la missiva della coppia piacentina. “Siamo marito e moglie, ci siamo ammalati, il Covid-19 ci ha colpiti, ma siamo riusciti a farvi fronte evitando il ricovero e restando sempre insieme, grazie alla vostra efficace organizzazione di squadre di professionisti che ci hanno assistito nella nostra casa”.

Rina e Matteo raccontano il loro calvario “alleviato” dai loro angeli custodi: “Abitiamo in collina in provincia di Piacenza, in una zona isolata che si raggiunge solo attraverso uno sterrato, ma nessuno vi ha fermati. Ogni due giorni arrivavate completamente bardati, dotati di attrezzature e dispositivi e ci sottoponevate a visite accurate, ecografie polmonari, somministrazione di terapie, valutazione di tutti i parametri con una grande competenza ed accuratezza. Vi siete presi “cura di noi” con empatia, premura, incoraggiamento, sostegno emotivo e con sincera umanità”.

Il confronto con il medici di famiglia non è mai venuto meno: “In una rete di collaborazione e comunicazione vi interessavate a noi: le Usca si confrontavano sempre con il nostro medico e con altri operatori sanitari dell’Ausl che ci sorvegliavano telefonicamente tutti i giorni. Questo è un valido servizio che merita di essere elogiato, un lavoro importante da non dare per scontato, un impegno personale e professionale da considerare una risorsa e quindi un esempio di organizzazione e integrazione sanitaria da supportare”.

La lettera finisce così: “A voi medici ed infermieri delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale di Piacenza, grazie e buon lavoro ma soprattutto buona salute perché la vostra salute è preziosa per voi, per le vostre famiglie e per tutti noi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà