Londra riapre: “Emozionante vedere gli amici. Gente più socievole dopo il lockdown”

15 Aprile 2021

 

L’emozione di ritrovarsi con gli amici in un pub e non più davanti a uno schermo, la lista d’attesa dei parrucchieri che arriva fino a giugno, la voglia di parlare con gli sconosciuti: tutto questo succede a Londra e ricorda da vicino quanto vissuto in Italia nel maggio dello scorso anno. La capitale britannica, dopo il duro lockdown durato più di quattro mesi, è ritornata alla vita. Da lunedì 12 aprile hanno alzato la saracinesca pub e ristoranti dove è possibile consumare cibo e bevande seduti all’aperto, ma anche parrucchieri, estetiste e negozi in generale. Ci si può incontrare all’esterno con un massimo di sei persone. Le immagini del ritorno alla vita della capitale inglese hanno fatto il giro del mondo. Tra i tanti piacentini che vivono a Londra c’è anche il giornalista 34enne Massimo Paradiso che da Piacenza si è trasferito una decina di anni fa.
“E’ stato molto emozionante rivedere gli amici al pub – racconta il piacentino -, lunedì sera avevamo la smania di parlare di questi mesi e ci ha fatto uno strano effetto vederci dal vivo. E’ stato davvero molto bello. Inoltre, ho notato che nei luoghi pubblici, come i parchi ad esempio, c’è più voglia di socialità rispetto al passato. Adesso è facile scambiare due chiacchiere con gli sconosciuti cosa che prima della pandemia è molto più rara”.

Londra è stata travolta nell’autunno scorso da un’ondata di Covid devastante con numeri drammatici sul fronte vittime e contagi. “Vivo con la mia fidanzata e siamo rimasti in casa per quattro mesi – spiega Massimo Paradiso – ci facevamo portare a domicilio anche la spesa perché c’era timore di contrarre il virus, la gente non portava la mascherina. La paura per noi era tanta come per gran parte degli stranieri residenti qui perché in caso di contagio non avremmo potuto contare sull’aiuto dei familiari”.

La campagna vaccinale ha puntato sull’immunizzazione con una dose a una fascia molto estesa della cittadinanza. “Noi non siamo ancora stati chiamati ma abbiamo amici coetanei residenti in altre zone della città che hanno già avuto la prima dose” conferma il giornalista.

Come per tante altre coppie, la pandemia ha costretto Massimo Paradiso e la fidanzata Sara a rinviare le nozze dal settembre 2020 al settembre 2021.

IL SERVIZIO DI NICOLETTA MARENGHI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà