Vaccini ai guariti dal Covid: “Prima dose dopo tre mesi dall’infezione”

18 Aprile 2021

“Se dall’infezione sono trascorsi meno di tre mesi, il vaccino non deve essere iniettato”. È Anna Maria Andena, direttore Distretto Ausl di Piacenza, a parlare e a sciogliere uno dei dubbi che negli ultimi giorni si è aggiunto ai tanti che caratterizzano questa complicata fase della pandemia abbinata alla campagna vaccinale.

“Il sierologico? No, non serve perché non fornisce parametri stabili” ha detto ancora la dottoressa Andena che dunque parla solo di “tempistiche da rispettare”.

Sono comunque parecchie le inquietudini dei cittadini di fronte alle tesi, spesso divergenti, che virologi ed esperti espongono soprattutto in tv all’interno dei talk show. “È consigliabile che le anamnesi ore vaccini siano compilate con il medico di medicina generale” ha detto invece Mauro Gandolfini, neo presidente dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà