Isola Serafini, prosegue il laboratorio territoriale per la valorizzazione turistica

19 Aprile 2021

La Regione Emilia-Romagna punta a valorizzare l’isola Serafini sul fronte turistico. Prosegue infatti il cammino dei laboratori territoriali per l’innovazione e la sostenibilità delle imprese: iniziative avviate nel 2020 con un finanziamento complessivo di oltre 481mila euro ripartiti nelle varie province, che potrebbero trovare spazio anche nella programmazione del pacchetto europeo per la ripresa post-Covid. Tra questi interventi, appunto, c’è anche un progetto di rilancio turistico dell’isola fluviale nella Bassa piacentina, sulle rive del Po, con il coinvolgimento del Comune di Monticelli d’Ongina. Particolare attenzione viene data alla scala di risalita dei pesci.

Oggi (19 aprile) a Bologna l’assessore regionale allo sviluppo economico Vincenzo Colla ha incontrato gli 11 coordinatori dei percorsi emiliano-romagnoli per fare il punto a conclusione del primo anno di attività, che comunque continuerà anche per tutto il 2021. Un’occasione per una panoramica delle progettualità avviate e dei primi risultati raggiunti dai singoli laboratori, offrendo a tutti la possibilità di conoscere il lavoro realizzato dagli altri centri, per attivare possibili sinergie ma anche definire entro l’estate il contenuto di eventuali azioni per il successivo biennio.

Si tratta di progetti su scala territoriale predisposti da Comuni, Unione comunali e Camere di Commercio con il coinvolgimento di Università, ClustER, imprese e associazioni di categoria, per affrontare criticità e temi rilevanti per il territorio di competenza, ma potenzialmente utili per individuare soluzioni replicabili anche in altre realtà dell’Emilia-Romagna.

“Questi laboratori – afferma l’assessore Colla – confermano l’obiettivo della Regione di rafforzare un’azione di sistema, volta a promuovere l’integrazione tra i soggetti territoriali impegnati nell’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile, indicati dall’Onu con l’Agenda 2030”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà