Bar e ristoranti, corsa ai dehors in città: 10 nuove richieste in pochi giorni

21 Aprile 2021

Si riparte, ma solo all’aperto. A Piacenza, quindi, i titolari di bar e ristoranti – muniti di metro e documenti tecnici – provano a trovare spazi esterni in cui collocare i propri tavoli. Nelle ultime ore, gli uffici comunali hanno già ricevuto una decina di nuove richieste per l’ampliamento o l’allestimento dei dehors: “E tante altre ne arriveranno”, dicono da palazzo Mercanti, in aggiunta ai circa cento plateatici per i pubblici esercizi in città già approvati e prorogati.

Come annunciato dal premier Mario Draghi, infatti, dal 26 aprile bar e ristoranti potranno ripartire con le somministrazioni sul posto, ma solo all’esterno. Diverse attività – ad oggi prive di dehors – temono di restare chiuse: si tenta dunque di individuare nuovi spazi a cielo aperto per accogliere i clienti. Tra le istanze presentate al Comune, c’è anche chi vorrebbe sfruttare il giardino pubblico di via Degani.

A Piacenza i pubblici esercizi possono beneficiare dell’agevolazione approvata dalla Giunta Barbieri: l’azzeramento del canone per i plateatici fino al 30 giugno 2021.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà