Sul treno ubriaco e con un’ascia nel giubbotto: romeno denunciato

23 Aprile 2021

La polizia ha fermato e denunciato alla stazione di Piacenza il passeggero di un treno in partenza per Milano: nella giacca nascondeva un’ascia da boscaiolo. Poco prima delle 21.00 di ieri sera l’uomo, romeno classe 1983, è salito sul convoglio e si è sistemato in un vagone, praticamente deserto come consuetudine a quell’ora. L’unico altro passeggero ha però notato che dal giubbotto spuntava una lama e si è allarmato, anche perché in pochi istanti ha visto che si trattava addirittura di un’ascia. Si è quindi allontanato e ha segnalato tutto al capotreno, il quale ha immediatamente chiamato la polizia.
Sul posto sono giunte tre pattuglie, che hanno agito con discrezione e fermezza, in modo che l’uomo armato non notasse il loro arrivo: lo hanno immobilizzato e portato in questura, sequestrando l’ascia.
Un plauso particolare è stato rivolto al cittadino che ha segnalato tempestivamente la situazione: se il treno fosse partito, infatti, le forze dell’ordine non sarebbero potute intervenire in maniera così rapida ed efficace.
Il romeno, con alcuni precedenti penali, è stato denunciato per porto di oggetti atti all’offesa e sanzionato per ubriachezza.

La vicenda conferma i continui timori per la sicurezza del personale ferroviario e dei passeggeri sui treni e nella zona della stazione, soprattutto nelle ore serali e notturne, quando è chiuso il presidio della Polfer.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà