Carpaneto: spaccio nel casolare, sequestrati anche 9 chili di ketamina. Due arresti

30 Aprile 2021

Un via vai nei pressi di un casolare di Magnano, nel comune di Carpaneto, era stato segnalato dai cittadini alle forze dell’ordine. I carabinieri del Norm di Fiorenzuola hanno notato una assidua frequentazione, nonostante le ristrettezze imposte dalla pandemia. Le auto parcheggiavano davanti al casolare, i conducenti entravano e dopo pochi minuti uscivano e ripartivano. In base alle indagini è emerso che i frequentatori erano giovani piacentini e lodigiani che partecipavano ai rave party in Italia e all’estero. La Procura ha disposto la perquisizione dell’immobile e i militari hanno scoperto un vero e proprio supermarket della droga. Occultati in un mobile della camera da letto, nei comodini, in alcuni mobili della cucina e della sala sono stati trovati nove chili di ketamina, cento grammi di cocaina, 1 chilo e 700 grammi di hashish, 150 grammi di marijuana e quattro grammi di Mdma. Inoltre, in una scatola di scarpe, sono stati trovati 50.150 euro suddivisi in mazzette da 5mila euro. Non mancavano nemmeno i bilancini di precisione e materiale idoneo al confezionamento di stupefacenti.
I carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Fiorenzuola hanno arrestato un 38enne, la compagna 34enne e denunciato un 27enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

“La Ketamina è una droga considerata tra quelle pesanti – scrive l’Arma in una nota – ed è utilizzata solitamente dai giovani e giovanissimi nei rave party. E’ un derivato di un forte anestetico solitamente utilizzato in ambito veterinario ed è a tutti gli effetti un allucinogeno sintetico. Si presenta o in polvere o liquido e viene inalata, fumata o iniettata spesso mischiata ad altre sostante di tipo stimolante. Gli effetti di questa sostanza sul fisico dell’assuntore sono pericolosissimi in quanto lo pone in uno stato di sensazione dissociativa con forti allucinazioni visive ed uditive con una totale mancanza del controllo motorio degli arti e del corpo. Crea attacchi di panico ed è allucinogena. Il costo di produzione di questo stupefacente è bassissimo mentre poi viene rivenduta ad un prezzo oscillante tra i 25 e i 35 euro al grammo. La Ketamina rinvenuta nel casolare poteva essere venduta sul mercato, tagliandola con altri agenti chimici stimolanti, in almeno 20.000 dosi per un valore di 600.000 euro. La sostanza Mdma, invece, è una sostanza psicoattiva con spiccati effetti stimolanti comunemente e gergalmente chiamata ecstasy e molto utilizzata dai giovani e spesso è “tagliata” con sostanze pericolose che hanno portato anche alla morte gli assuntori. Ha un costo di circa 40/50 euro al grammo.

Nel corso delle perquisizioni eseguite, poi, a Castel San Giovanni in casa di un giovane di 27 anni, nato in Romania, sono stati trovati 15 grammi di marijuana, bilancino di precisione con accanto 3.400 euro probabile provento di spaccio che sono stati sequestrati. Il giovane è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà