Top500 stasera su Telelibertà: rilancio e innovazione per la nuova ripresa delle aziende

30 Aprile 2021

Stasera, venerdì 30 aprile, alle ore 21.00 su Telelibertà andrà in onda “Le imprese piacentine: il rilancio del territorio dopo il Covid-19”. La presentazione di Top500, il supplemento di Editoriale Libertà dedicato alle cinquecento imprese piacentine che nel 2019 hanno registrato il fatturato più elevato e che oggi, dopo la tragica pandemia, sono chiamate a rilanciarsi e ricominciare a correre. Una tavola rotonda coordinata dal direttore di Telelibertà e Liberta.it Nicoletta Bracchi e che vedrà la partecipazione di Nicola Madureri, partner PwC Italia, Nicola Parenti, vicepresidente di Confindustria Piacenza, Paolo Rizzi, professore dell’Università Cattolica di Piacenza e Francesco Rolleri, presidente di Confindustria Piacenza. Carlotta D’Este, professoressa dell’Università Cattolica, e Alessandra Lanza, senior partner Prometeia, arricchiranno il dibattito con due contributi video di analisi dei dati dei bilanci delle aziende e della congiuntura economica piacentina.

“Quello che è accaduto nel 2020 ha cambiato le regole”, spiega Francesco Rolleri. “Mai avrei pensato che lo Stato un giorno sarebbe arrivato ad imporci la chiusura delle nostre attività produttive. È stato uno shock fortissimo. A differenza della crisi precedente gli aiuti stanno arrivando, ora noi imprenditori dobbiamo reagire con coraggio e visione”.

“I dati contenuti in Top500 e le nostre analisi si rifanno per forza di cose su dati preistorici”, racconta Nicola Madureri. “Tuttavia possiamo affermare che il tessuto piacentino è entrato nella crisi del Covid con fondamentali solidi. La sua differenziazione ed eterogeneità è un punto di forza da non sottovalutare”.

Dello stesso appunto Paolo Rizzi: “Rispetto a province a noi vicine non abbiamo dei veri e propri giganti, ma una rete di medie imprese decisamente popolata. Una economia agile con imprenditori propensi all’innovazione. Il dialogo con il mondo dell’università e della ricerca giocherà un ruolo chiave nella ripresa”.

“Quando in azienda si respira la passione per ciò che si fa, si stimolano automaticamente anche intelligenza e ingegno”, racconta Nicola Parenti. “La figura dell’imprenditore è cambiata, bisogna essere pronti ad uscire dall’azienda, osservare e apprendere. Lavorare a trecentosessanta gradi. I numeri contenuti in Top500 mostrano la forza del nostro territorio, non dobbiamo dimenticarci chi siamo”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà