Ricordi di viaggio, partono con il Ponte Gobbo di Bobbio le banconote souvenir

01 Maggio 2021

I primi a pensarle sono stati i francesi. Era il 2015, e le banconote souvenir hanno praticamente rimpiazzato da subito le più nostalgiche cartoline come oggetto-ricordo del viaggio, da collezionare, scambiare. Si trovano nei distributori automatici e il presidente di “Piacenza nel mondo” Giovanni Piazza, rientrando dai suoi viaggi, non si è fatto sfuggire l’idea. Ne ha parlato con i cugini Emanuele e Andrea Frontini, filatelici da generazioni e di stanza a Milano. E le prime 2.500 banconote di Bobbio sono già state sfornate.

“Le voglio inviare ai nostri amici piacentini nel mondo, a chi ci sostiene”, spiega il presidente Piazza. “La prima banconota commemorativa è stata già consegnata al sindaco di Bobbio Roberto Pasquali“. L’idea, prosegue Piazza, è quella di valorizzare l’intero territorio piacentino e altri borghi anche attraverso queste forme molto ricercate dai collezionisti.

Frontini sottolinea come da sempre sia appassionato di numismatica e collezionismo: “In Francia queste banconote si trovano da tempo, in Italia invece solo da pochi mesi. Ce ne sono diciotto tipi, quella di Bobbio è stata tra le prime”, spiega, lui che è figlio di una ottonese, Alda Piazza. “Ora stiamo già lavorando alla banconota che ricorda la nostra strada, la Statale 45, con il suo simbolo”. Forse sarà il tormentone dell’estate.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà