Anziani e bambini “uniti a distanza”. Al via il progetto “Cara nonna, caro nonno”

08 Maggio 2021

L’incontro, a distanza, è avvenuto tra canzoni, baci soffiati e applausi. Questa mattina una dozzina di piccoli studenti dell’asilo Dante ha portato cartelloni, lettere, bambole e disegni agli ospiti anziani della Madonna della Bomba nel cortile interno della struttura sul Pubblico Passeggio. Il progetto chiamato “Cara nonna, caro nonno”, e nato grazie alla collaborazione tra il maestro in pensione Roberto Lovattini, Libertà, l’associazione The Brighi sede, movimento di cooperazione educativa e Unicef, si pone l’obiettivo di assecondare quella necessità di unire, seppur a distanza, le due categorie lasciate più da sole durante la pandemia.

“È fondamentale far incontrare i più piccoli e gli anziani perché questi ultimi rappresentano le radici di una città mentre i bambini sono i germogli” ha dichiarato don Andrea Campisi presidente della Fondazione Madonna della Bomba.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà