Al Raineri Marcora premiati i vincitori del concorso dedicato a Georges Cogny

14 Maggio 2021

Quella del grande chef Georges Cogny, francese di origine ma che seppe legarsi indissolubilmente alla nostra Val Nure (adattando la novelle cuisine alle materie prime del territorio piacentino) è una storia da raccontare.

Da raccontare ai giovani e per mezzo dei giovani, studenti di oggi, chef di domani. Così hanno fatto i ragazzi gli alunni del quinto anno dell’Istituto alberghiero Raineri Marcora di Piacenza, i quali hanno preso parte al concorso – dedicato proprio alla figura di questo gigante dell’arte culinaria – organizzato in collaborazione con Alma, la scuola internazionale di cucina italiana.

Un affascinante percorso che ha coinvolto diverse aree espressive, nuove e moderne forme di comunicazione attraverso cui gli studenti coinvolti, una trentina in tutto, hanno potuto ricordare lo chef utilizzando i linguaggi a loro più affini come video, rappresentazioni grafiche, fotografiche e testuali.

I progetti realizzati sono stati poi selezionati e valutati: i sei vincitori vivranno uno stage formativo in Alma. Presente alla premiazione di questa mattina, 14 maggio, anche Andrea Grignaffini, tra i critici e gastronomi più preparati del nostro tempo, oltre al sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri.

“Il motore di tutto – ha spiegato il direttore generale di Alma, Andrea Sinigaglia – è l’amore. Cogby si innamorò di questo territorio e da qui ebbe inizio questa storia meravigliosa fatta di valori ed emozioni. Abbiamo chiesto ai ragazzi di impegnarsi a comprenderla, rielaborarla e infine raccontarla. Un bellissimo esperimento, mi auguro che si possa ripetere”.

“Il bilancio è sicuramente positivo – ha aggiunto Teresa Andena, preside del Raineri Marcora -. Nonostante il Covid, siamo riusciti a portare a termine un importante percorso di approfondimento e di ricerca sull’evoluzione storica della cucina piacentina. Una ‘speranza di normalità’ per tutta quella che è l’attività della scuola”.

Interessante anche la testimonianza di Daria Rebecchi, ex studente dell’alberghiero che – dopo due anni in Alma – ha poi trovato lavoro in una grande cucina.

IL SERVIZIO DI MARCELLO TASSI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà