Polizia Locale difende il cane Ector: “Ha solo appoggiato il muso ai pantaloni”

20 Maggio 2021

“Nessuna aggressione”- sulla vicenda del cane Ector, il pastore tedesco di circa due anni e mezzo di età e da uno in organico alla polizia municipale di Piacenza per aiutare gli agenti sul fronte della sicurezza e della tutela dell’ordine pubblico, che ieri, 19 maggio, sembrava avesse tentato di azzannare al polpaccio un cittadino, il comando della polizia municipale precisa che l’animale avrebbe solo appoggiato il muso: “Ector non ha attaccato, senza motivo, un passante, ma l’episodio in questione è accaduto durante un controllo, quando il cane ha avvicinato una persona in evidente stato di agitazione, intenta a inveire contro le forze dell’ordine, appoggiando semplicemente il muso ai pantaloni e senza addentare il polpaccio dell’uomo” – si legge nella nota.

“Ci preme – aggiungono i referenti del Comando – ricondurre l’impiego di Ector alla normale attività della polizia Locale, come avviene in tante altre città con l’inserimento di un’unità cinofila volta a supportare e potenziare il lavoro prezioso che il Corpo svolge anche sul fronte della sicurezza urbana nelle sue diverse articolazioni. Un obiettivo in cui non solo l’amministrazione comunale ha creduto fortemente e scelto di investire, ma anche il Ministero dell’Interno, che ha riconosciuto e premiato il progetto di Piacenza garantendo un finanziamento che contribuisce concretamente al mantenimento del cane. Un sostegno importante, su cui non tutte le municipalità possono contare, frutto proprio della qualità del nostro progetto. Senza dimenticare, inoltre, che i costi, ponderati e calibrati con assoluta trasparenza, vengono resi pubblici per il tetto massimo del relativo capitolo di bilancio, ma non corrispondono necessariamente alla spesa effettiva, che nel corso dell’anno può anche risultare minore rispetto a quella preventivata”.

Dal Comando di via Rogerio si conferma “l’intenzione dell’amministrazione comunale di utilizzare pienamente e al meglio l’unità cinofila, istituita proprio nella convinzione che possa dare un impulso ulteriore alla tutela della sicurezza e portare un valore aggiunto al presidio sul territorio del Corpo di Polizia Locale”.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà