Techno4Future: al Mattei nuovo laboratorio di automazione da 30mila euro

20 Maggio 2021

Da oggi, giovedì 20 maggio, il polo Mattei di Fiorenzuola può contare su un nuovo laboratorio all’avanguardia che unisce ancor più mondo produttivo e mondo della formazione, già in comunicazione per i riusciti progetti di Alternanza Scuola Lavoro (ora chiamati Pcto). L’ innovativo Laboratorio di automazione Techno4Future – del valore di circa 30mila euro – è stato realizzato con il contributo di Confindustria Piacenza, del Consorzio di formazione FOR.P.In e di varie imprese associate (Cargill, FPS- Food and Pharma System, Labor, Mandelli, Rota Guido, Samag, TIMAF, Unifer e WEI) che hanno sostenuto l’acquisto di attrezzature grazie alle quali gli studenti dell’ITT (Istituto tecnico tecnologico) potranno perfezionare la loro formazione.

“Il potenziamento dei laboratori delle scuole – ricorda il Presidente di Confindustria Francesco Rolleri – è una strada che abbiamo intrapreso già da qualche anno, convinti che grazie alla verifica sul campo di quanto appreso sui testi, i ragazzi possono prendere pieno possesso delle materie di studio. Il che ne fa certamente dei diplomati con un valore aggiunto. Questo laboratorio segue l’investimento fatto presso l’ISI Marconi di Piacenza dove nel 2017 è stato allestito il laboratorio PRO.ME.CA. Altri interventi si stanno facendo anche presso il Polo Volta di Castel San Giovanni”.

L’appello alle imprese del territorio della Val d’Arda era stato lanciato dal past president di Confindustria Piacenza Alberto Rota: “L’idea è venuta anche dal contributo di associati come Mario Ferrari di Unifer, che si era accorto di quanto sarebbe stata importante un’ulteriore formazione a scuola, con la possibilità di unire l’aspetto teorico dell’insegnamento a quello pratico delle applicazioni tecnologiche più all’avanguardia”.
Il laboratorio che oggi vediamo operativo, doveva partire già nello scorso anno scolastico ma la sua inaugurazione è slittata a causa della pandemia. Soddisfatta la dirigente scolastica Rita Montesissa: “Inaugurare un nuovo laboratorio è un momento di grande soddisfazione per tutte le componenti scolastiche, inferiore solo all’inaugurazione di un intero edificio scolastico perché il laboratorio è in senso etimologico proprio il luogo dove gli studenti diventano protagonisti operosi del proprio apprendimento, dove il sapere diventa saper fare e dove il provare a fare crea a sua volta sapere. Se poi il laboratorio è attrezzato con moderne apparecchiature tecnologiche, allora diventa anche lo spazio nel quale gli studenti si impadroniscono di tecniche nuove, al passo con il veloce evolvere dei sistemi produttivi del mondo di oggi”.

Intervenuti all’inaugurazione – coordinata dalla docente dell’ITT Marica Toma – anche il sindaco Romeo Gandolfi, Lorenzo Finetti dell’azienda Amada, Attilia Jesini vicedirettore di Confindustria; Antonella Vologni di Forpin.

I docenti Stefano Patruno e Leonardo Zilocchi hanno illustrato il funzionamento delle attrezzature, con l’aiuto di due bravissimi studenti del 5° anno dell’ITT: Ionut Ghiuta Adrian e Simone Correale della classe 5° B con articolazione elettrotecnica.

IL SERVIZIO DI DONATA MENEGHELLI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà