La Finanza trova nove chili di droga, armi e polvere da sparo: due arrestati

26 Maggio 2021

La guardia di finanza di Piacenza ha stroncato un ben avviato giro di droga.
Tutto è partito con l’arresto, nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo del territorio, di due soggetti (un italiano e un albanese senza permesso di soggiorno)  per spaccio di sostanze stupefacenti.
Inseguiti e fermati, in auto avevano 3,3 chili di marijuana, 3 chili di hashish, 52 grammi di cocaina pura e più di mille euro in contanti: sono stati arrestati e portati alle Novate.
Le perquisizioni sono scattate anche negli immobili nelle disponibilità dei due fermati, anche grazie all’impiego dell’unità cinofile delle Fiamme Gialle: in una prima
abitazione (in uso all’albanese, ma fittiziamente intestata ad un’altra persona) sono stati rinvenuti, nonostante fossero abilmente occultati, ulteriori 2,2 chili di marijuana, 513 grammi di cocaina pura, 500 grammi di sostanza da taglio, materiale per il confezionamento di dosi di stupefacenti nonché dispositivi Gps-Tracker, utili a tracciare i movimenti dello spaccio.
In un secondo appartamento sono state invece trovate armi bianche, utilizzate per il taglio di panetti di hashish, e circa 800 munizioni, 1,8 chili di polvere da sparo e 7 armi, fra cui una Glock, una Colt ed una Smith & Wesson.

“Le successive attività d’indagine – spiega la guardia di finanza di Piacenza – hanno permesso di accertare che l’arrestato non aveva mai effettivamente soggiornato nella seconda abitazione, che veniva invece usata come copertura grazie alla connivenza del proprietario; quest’ultimo, avendo falsamente dichiarato in atto pubblico di averlo ospitato e di averlo assunto alle sue dipendenze, è stato quindi deferito per il delitto di favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina”.
Inoltre è stato denunciato a piede libero per spaccio di stupefacenti, un
altro soggetto, collegato ai principali indagati, che, nel tentativo di sfuggire al
controllo dei militari in servizio di pedinamento, si era gettato in un corso
d’acqua: riportato immediatamente a riva dai militari operanti, è stato
trovato in possesso di 100 grammi di hashish e 443 euro in contanti, frutto
dello spaccio.
La droga sequestrata, qualora venduta al dettaglio, anche in considerazione dell’ottima
qualità, avrebbe permesso di incassare oltre 230.000 euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà