“Bullizzato dai compagni di squadra quando faceva gol”, la denuncia di una mamma

03 Giugno 2021

Un dodicenne sarebbe stato bullizzato negli spogliatoi di una società sportiva di calcio da alcuni compagni di squadra. I fatti sarebbero avvenuti tre anni fa. La mamma ha voluto denunciare pubblicamente l’accaduto a Libertà, raccontando che il figlio un giorno è tornato a casa coperto di sangue. Fu portato al pronto soccorso dove gli furono diagnosticati traumi toracici con una prognosi di otto giorni. A quel punto il bimbo raccontò che erano stati i suoi compagni a spingerlo contro un tavolo dello spogliatoio e a picchiarlo.

Con il trascorrere delle settimane e dei mesi il bambino seguito dai genitori e da psicologi ha raccontato un’incredibile vicenda di bullismo spiegando che quando faceva gol veniva picchiato dai compagni negli spogliatoi.

La mamma si è rivolta ai carabinieri e c’è stata una segnalazione per atti persecutori al tribunale dei minori di Bologna che ha chiuso il caso con il non luogo a procedere in quanto il presunto responsabile di questi fatti essendo infraquattordicenne non è imputabile.

Dei responsabili della società sportiva si è occupato il tribunale che ha disposto le perizie le quali hanno stabilito la scarsa attendibilità del bambino. Qualche giorno fa il bullo suo persecutore ha raggiunto la scuola della sua presunta vittima ed è entrato nella sua classe mantenendo un atteggiamento deplorevole che ha indotto la preside a chiamare il 113.

IL SERVIZIO COMPLETO DI ERMANNO MARIANI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà