“Malore, ambulanza dopo 25 minuti” Stragliati: “Serve pronto soccorso H24”

03 Giugno 2021

“Si è rischiato grosso nella sera di mercoledì 2 giugno a Castel San Giovanni, quando una signora anziana si è accasciata al ristorante a causa di un malore. Immediata la richiesta di soccorsi che, tuttavia, non sono riusciti a raggiungere la signora se non dopo 25 minuti dalla chiamata”.

E’ la denuncia di Valentina Stragliati, consigliere regionale della Lega, che ha annunciato il deposito di un’interrogazione specifica su quanto accaduto.

“Fortunatamente la vicenda si è risolta in modo positivo, ma il malore poteva essere ben più grave e a quel punto saremmo qui a piangere una tragedia che poteva essere evitata- prosegue Stragliati -. Pertanto ribadisco l’urgenza di riaprire h24 il pronto soccorso di Castel San Giovanni, onde evitare di mettere ulteriormente sotto pressione le due ambulanze presenti a Castello e Pianello, chiamate non solo presidiare l’intera Val a Tidone ma anche ad effettuare interventi tempestivi. Una contraddizione evidente: dovendo “coprire” un territorio così vasto per poi accompagnare, nottetempo, i pazienti al pronto soccorso di Piacenza, è evidente che l’ottimo e puntuale servizio di pubblica assistenza si scontri contro difficoltà oggettive connesse alle distanze da percorrere e al ridotto numero (appena 2) di ambulanze a disposizione”.

La riapertura del pronto soccorso di Castel San Giovanni è una battaglia che Stragliati, insieme al capogruppo Lega ER, Matteo Rancan, stanno conducendo dalla prima ora, ovvero da quando lo scorso anno è scoppiata l’emergenza pandemica, che ha portato con sé l’apertura di reparti Covid e la chiusura di diversi Pronto soccorso periferici.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà