“Nessuno si salva da solo”: flash mob degli studenti per liberalizzare i vaccini

03 Giugno 2021

Al grido di “Nessuno si salva da solo”, un flash-mob delle classi quinte del liceo Colombini per sostenere la liberalizzazione del brevetto dei vaccini anti-Covid è andato in scena in piazza Cavalli nella mattinata di giovedì 3 giugno.

Una sessantina di ragazzi è partita dal liceo di via Beverora a Piacenza seguendo tre percorsi diversi, issando le bandiere dei Paesi di tutto il mondo e tenendosi stretti a una lunga fune blu. Il ritrovo in piazza Cavalli ha visto le tre funi confluire in un grande cerchio.

“Nessuno si salva da solo dovrebbe diventare la parola d’ordine di tutti – dice al megafono Greta Brigati, studentessa – Un modo per metterla in pratica subito, adesso, è sospendere i brevetti sui vaccini in maniera da accelerare la produzione e rendere più dosi disponibili, specie per i paesi in via di sviluppo. Tutti abbiamo rinunciato a qualcosa in questo anno mezzo. A pezzi di libertà, ad abbracci, affetto, relazioni, viaggi, incontri, scoperte, persone care. Perché non si dovrebbe chiedere a chi possiede i brevetti dei vaccini di rinunciare a un parte dei suoi profitti, che saranno comunque giganteschi? Non lasciamo che l’avidità abbia l’ultima parola”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà