Morì annegato in piscina, comune di Pontenure e CSI citati per responsabilità civile

06 Giugno 2021

Il Comune di Pontenure e il Csi (Centro sportivo italiano) sono stati indicati come soggetti che dovranno risarcire per la morte del piccolo Mattia Cattivelli, il bimbo di 6 anni annegato nella piscina comunale il 3 luglio 2017 durante un corso di nuoto al centro estivo comunale. I genitori e gli altri familiari li hanno citati come responsabili civili nel processo arrivato alle battute iniziali davanti al giudice Luca Milani. Siamo nella fase preliminare, il procedimento è a porte chiuse e non c’è ancora stato il rinvio a giudizio da parte del gip oppure una richiesta di riti alternativi dei difensori. Quattro gli imputati per omicidio colposo: due educatrici e due assistenti bagnanti, tutti presenti al momento della disgrazia.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà