Lenzino, prosegue il cantiere: “Il varo del ponte provvisorio nella prossima settimana”

18 Giugno 2021

Dopo il crollo di oltre otto mesi fa, proseguono le operazioni di montaggio del ponte provvisorio di Lenzino, sulla strada statale 45 in alta val Trebbia.

Terminati lo sdoganamento e la consegna, Anas comunica che “il 15 giugno sono state avviate le fasi di montaggio dell’avambecco di varo, struttura temporanea che consente di raggiungere la spalla opposta del ponte, che garantirà di eseguire le prossime operazioni di varo senza dover utilizzare una gru in alveo del fiume Trebbia, consentendo così l’esecuzione delle operazioni a regola d’arte e in condizioni di maggior sicurezza per gli operai. Il varo della struttura che avrà una luce di 54 metri è programmata per la fine della prossima settimana e per ridurre i tempi di apertura del tratto stradale le lavorazioni per il raggiungimento della quota stradale del rilevato lato Piacenza e lato Genova – conclude Anas – saranno avviate in anticipo rispetto alla fine delle operazioni di varo”.

Nel frattempo, le difficoltà viabilistiche per i cittadini restano elevate. L’alternativa alla statale 45, ai 1.300 residenti al di là del ponte crollato per raggiungere lavoro, scuola e ospedali, è una provinciale tra le competenze di Piacenza e Pavia. Non era stata pensata per sostenere il traffico pesante di bilici, trattori, corriere, auto, e ora soprattutto moto. “Prima qui passavano dieci auto al giorno, quando andava bene”, spiega Gabriele Malaspina dalla frazione di Pratolungo, Brallo. “Ora contiamo 10-20 macchine al minuto, è allucinante, prima i nostri bambini giocavano per strada, ora è già morto un gatto investito”. Si somma quindi al disagio di chi già deve percorrere quella strada ogni giorno – allungando il percorso di mezz’ora – la difficoltà di convivenza con il traffico di chi ha le case e i cortili affacciati sulla via.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà