Discarica a cielo aperto in pieno centro storico, una residente: “Sempre peggio”

22 Giugno 2021

Da buona regista, ha tirato in ballo il commediografo Egidio Carella per commentare amaramente la piccola discarica a cielo aperto creatasi all’angolo fra via Campagna e via San Tomaso. “Piaseinza, me quand a m’incant in sal to prufil” aveva scritto il popolare poeta dialettale e la regista Francesca Chiapponi lo ha ricordato mostrando le pile di sacchi di immondizia, bottiglie rotte e cumuli di cartoni che ieri mattina sono sfortunatamente apparsi nella zona di via Campagna. Proprio accanto a due campane per la raccolta differenziata di vetro e plastica: peccato che il mucchio di immondizia abbandonata fosse anche di altro tipo.

“Così tanta non ne abbiamo mai vista – è il commento di Francesca Bescapè, figlia del titolare del vicino supermercato – anche se, a dire la verità, la situazione è peggiorata progressivamente”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà