Nuovo ospedale, innovativo e flessibile: otto anni di lavoro e 240 milioni di euro

21 Luglio 2021

Sulla carta si presenta come un ospedale estremamente moderno, innovativo e flessibile. Caratteristiche che ne faranno un fiore all’occhiello per la città e la sanità piacentina. E che richiederanno importanti tempi e costi di realizzazione.

Ci vorranno otto anni, secondo il direttore generale dell’Ausl di Piacenza, Luca Baldino, per avere il nuovo ospedale di Piacenza, presentato preliminarmente martedì 20 luglio, ma al termine avremo un ospedale nuovo nella struttura e negli impianti, ma soprattutto nella concezione, ispirato alle nuove scelte organizzative e strutturali introdotte dalla pandemia e adeguato alle necessità che si potranno presentare durante il suo utilizzo, improntato alla flessibilità e alle più moderne esigenze della sanità.
Tradotto in pratica significa separazione dei percorsi e adeguati spazi d’attesa per consentire il distanziamento fisico, isolamento dei pazienti nei vari gradi di rischio, elevato numero i stanze singole, potenziamento dei posti letto intensivi e semi intensivi, possibilità di aumentare la ricettività di posti letto fino al 16% in più.
Significa anche particolare attenzione al comfort degli utenti e del personale sanitario (una stanza su tre sarà a un solo letto; gli spazi comuni, gli accessi e i percorsi saranno tutti orientati alla sicurezza, all’accoglienza e al benessere di pazienti e accompagnatori). Senza trascurare il tema dell’accessibilità e il potenziamento e riorganizzazione di tutte le attività sanitarie attualmente presenti al Guglielmo da Saliceto.

Un progetto che tra gli obiettivi ha anche quello di renderlo ospedale di rete con funzioni di hub provinciale in grado di garantire le prestazioni più impegnative dal punto di vista professionale e tecnologico, e di candidarlo a essere polo di riferimento interprovinciale per le diverse reti di area vasta.

Soluzioni altamente d’avanguardia che comportano tempi e costi.

Il cronorprogramma parla di 10 mesi per assegnare la progettazione esecutiva e definitiva; 30 mesi per realizzarla e ottenere tutti i permessi necessari; altri 12 mesi per bandire i lavori; 3 anni e otto mesi per la realizzazione dell’opera. Totale otto anni.

Sul fronte degli investimenti il conto è saluto dagli iniziali 120 milioni, d a quando si è iniziato a parlare di un nuovo ospedale di Piacenza, ormai quattro anni fa, a 240, il doppio. 50 in più rispetto all’ultima stima conosciuta, che saranno aggiunti dalla Regione Emilia Romagna.

I RENDERING DEL PROGETTO:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà