27 Luglio 2021

“A Piacenza quasi 300 milioni evasi in cinque anni”. Cambio al vertice locale della Finanza

Il colonnello Daniele Sanapo lascia il comando provinciale della Guardia di finanza, per insediarsi a Milano in un nuovo incarico nel comando regionale della Lombardia. Nei cinque di attività sul nostro territorio, il vertice delle fiamme gialle ha guidato decine di operazioni che hanno portato a intercettare un’evasione fiscale pari a quasi 300 milioni di euro. Numeri impressionanti, “ma la stragrande maggioranza delle persone è onesta – puntualizza Sanapo – i delinquenti sono una minoranza”.

Tra le operazioni condotte dalla Finanza dal 2017 ad oggi, da non dimenticare le indagini sui furbetti del cartellino nel Comune di Piacenza e sulle torture nella caserma dei carabinieri Levante in via Caccialupo. “Una ferita profonda – la definisce il colonnello – che serve però a isolare una compagine ristretta e a rinsaldare i valori profondi che contraddistinguono l’Arma”.

Dal 2 agosto, al comando provinciale delle fiamme gialle arriverà il colonnello Corrado Loero.

IL SALUTO DEL SINDACO PATRIZIA BARBIERI – Barbieri ha ricevuto oggi a Palazzo Mercanti il comandante provinciale uscente della Guardia di finanza di Piacenza, Daniele Sanapo. L’incontro è stato, prima di tutto, l’occasione per il Sindaco Barbieri per ringraziare, “a nome dell’Amministrazione e di tutta la comunità piacentina”, Sanapo che “ha guidato con sapienza e attenzione per cinque anni il comando provinciale della Guardia di Finanza, tutelando, in una perfetta sinergia con tutte le istituzioni del territorio, i cittadini e le imprese, anche e soprattutto nei momenti più difficili e delicati dell’emergenza sanitaria e della ripartenza”. “Il nuovo prestigioso incarico – ha aggiunto Barbieri – è il migliore riconoscimento delle grandi doti e capacità umane e professionali del Col Sanapo”.

Contestualmente, il Sindaco Patrizia Barbieri ha formulato al nuovo comandante Corrado Loero “le più sincere congratulazioni per il nuovo incarico e un sentito augurio di buon lavoro”, rinnovando la massima disponibilità alla “collaborazione nel comune impegno per la tutela della legalità e nel sostegno al territorio”.