Troppo rumore, segnalazioni ad Arpae: “Tutto regolare, è l’effetto lockdown”

10 Agosto 2021

Sei strade a grande circolazione, sei proteste di chi ci vive accanto da anni ma oggi proprio non ne può più. “Pensiamo che sia l’effetto lockdown – dice Claudio Zanelli, dell’Arpae di Piacenza -. E’ la prima volta in vent’anni che ci capita un flusso di segnalazioni del genere. Abbiamo eseguito le verifiche e i decibel sono regolari, ma evidentemente con il primo anno di pandemia la gente ha riscoperto il silenzio della propria casa, della propria via e oggi, alla ripartenza, non è più abituata”.

Le strade in questione sono quasi tutte fuori città: la provinciale dell’Alta Valtidone, la Gragnana, la Piacenza-Cortemaggiore, la Valnure, la tangenziale di San Polo, la tangenziale Ovest di Piacenza e, fuori provincia, Busseto, dove i tecnici sono andati in aiuto ai colleghi Arpae di Parma.
Azzerata la musica da festa paesana e discoteca in ossequio alle disposizioni anti-Covid, i rumori molesti di città sono rappresentati da impianti di condizionamento e pubblici esercizi con dehors e tavolini all’aperto. Cinque per i primi, sei per i secondi le segnalazioni arrivate in questa estate all’Arpae di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà