Quartiere Roma, spuntano le siringhe. I residenti: “Droga e spaccio ogni giorno”

11 Agosto 2021

È bastata una siringa per tornare indietro di trent’anni. In via Roma qualche giorno fa, appena sotto uno dei piccoli cestini di rifiuti che si trovano sui marciapiedi, è apparsa una siringa. Un caso eccezionale? Non si direbbe a tenere conto delle segnalazioni che parlano di persone intente a “bucarsi” alle sei del pomeriggio nei giardini vicini. L’eroina è tornata e probabilmente non solo in quartiere: ma qui, fra l’impegno inesausto dei (pochi) commercianti ed esercenti rimasti e le serrande abbassate, il problema fa ancora più paura.

“Nell’ultimo anno in particolare ci troviamo davanti a situazioni preoccupanti – spiega il presidente dell’associazione Quartiere Roma Antonio Resmini – penso anche alla zona di piazzale Roma e di piazzetta Barozzieri, in cui ci sono diversi episodi di spaccio. Forse dovrebbe esserci anche un po’ più di attenzione da parte di tutti, Comune e associazioni del territorio. Sia chiaro, i controlli vengono fatti, ma è un bel giardino e potrebbe essere più valorizzato”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà