Salti sulle auto e bivacchi davanti alle vetrine. I residenti: “Più sicurezza”

13 Agosto 2021

Saltare sulle macchine parcheggiate? Accade in via Scalabrini dove di notte tutto può avvenire. Bivacchi davanti alle vetrine e salti sui cofani delle auto, al punto da sfondare il tettuccio di una macchina. A segnalarlo sono residenti e commercianti della zona di piazzetta Barozzieri e dell’ultimo tratto del Pubblico Passeggio che in questi giorni stanno passando delle notti infernali.

L’ultimo episodio è avvenuto l’altra notte vicino a un noto negozio di via Scalabrini che davanti alle sue vetrine aveva posizionato delle catenelle per scoraggiare i bivacchi ormai quotidiani: “Più volte abbiamo chiesto a queste persone di non sedersi sui gradini davanti alla vetrina – spiegano i titolari – Ma niente, non è servito a nulla. Così abbiamo deciso di posizionare delle catenelle davanti alle vetrine e dei cartelli che segnalavano la proprietà privata. Bene, l’altra mattina mi sono ritrovata con le catenelle strappate: qualcuno nella notte le ha tolte, abbandonandole sul gradino”.

È andata decisamente peggio alla residente della zona che qualche giorno fa si è ritrovata con le macchine danneggiate: “La mia e di mio figlio – precisa la piacentina che abita in zona da ormai diciotto anni – le abbiamo parcheggiate in strada perché non abbiamo garage. Il giorno dopo ci siamo ritrovati con la targa staccata e il cofano rovinato in una macchina e il tettuccio sfondato nell’altra”.

Alcuni residenti stanno avviando una raccolta firme e si stanno mobilitando per presentare un esposto in prefettura: “Chiediamo più sicurezza – spiegano –, ormai la situazione è diventata insostenibile. Non ci sentiamo sicuri ed è giusto che anche il prefetto sappia quello che accade qua”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà