Olio sul porfido di via Sopramuro, i taxisti: “Colpa dei banchi del mercato”

18 Agosto 2021

Macchie d’olio sul porfido di via Sopramuro e sul selciato di piazza Cavalli. Ci risiamo. Tornano ad accendersi i riflettori su una polemica mai del tutto sopita. A denunciare la fastidiosa scoperta sono stati alcuni taxisti che hanno segnalato la questione al consigliere comunale dei Liberali Antonio Levoni, presidente della commissione taxi. Sul banco degli imputati finiscono gli operatori del mercato che, il mercoledì e il sabato, posizionano i banchi in via Sopramuro.

“Lo abbiamo segnalato per evitare di essere additati come imbrattatori del selciato – afferma Stefano Marazzola, rappresentante di categoria -. Di fatto noi taxisti diamo in prestito via Sopramuro per cinque ore alla mattina del mercoledì e per altre cinque alla mattina del sabato. Noi abbiamo tutti auto nuove e non sporchiamo. Non a caso le macchie d’olio che abbiamo rilevato si trovano tutte la centro della via proprio in corrispondenza del parcheggio dei mercatali. C’è una striscia in mezzo abbastanza evidente: lì stazionano alcuni operatori etnici con mezzi abbastanza obsoleti».

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI MARCELLO POLLASTRI SU LIBERTA’

© Copyright 2022 Editoriale Libertà