Da Vigevano a Groppallo: 160 chilometri a piedi per ricordare l’amico Tex

22 Agosto 2021

Ha percorso circa 160 chilometri a piedi, da Vigevano a Groppallo, per onorare l’amico Tex scomparso ormai 11 anni fa. E’ l’esperienza di Marco Bonacina, 44enne che vive e lavora a Vigevano la cui famiglia è originaria di Chiarabini di Groppallo. Ha camminato per tre giorni, in un’esperienza che ha chiamato “Tornando a casa”, proprio perché Groppallo è la sua casa di origine, dove è cresciuto con gli amici, tra cui Tex, Matteo Bernazzani, scomparso il 1 settembre 2010 a causa di uno choc anafilattico provocato dalla puntura di un insetto.

E’ partito da Vigevano alle 6 del 18 agosto ed è arrivato a Groppallo venerdì 20 agosto alle 18 camminando sui sentieri della via Francigena e degli Abati, dall’Oltrepo pavese a Bobbio fino a destinazione, affrontando, negli ultimi chilometri, anche un forte acquazzone.
Un progetto che aveva in mente da tempo di realizzare, ma che il Covid e qualche altro contrattempo ha ritardato. Bonacina, soccorritore di Croce Rossa e alpinista, recentemente ha accompagnato un gruppo di giovani trapiantati di cuore e di polmoni alla Capanna Margherita sul monte Rosa, giovani che Valeria Lusztig, ideatrice del progetto “Guardami adesso” definisce “fragili rocce”, le stesse parole usate da don Gianrico Fornasari al funerale di Matteo Bernazzani.

Questo è stato il segno che fosse giunto il momento giusto per partire.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà