Generosità straripante per i profughi afghani. Sospesa la raccolta in programma il 31

28 Agosto 2021

La solidarietà e la commozione nei confronti del popolo afghano fuggito dal proprio Paese riconquistato dai talebani, si sono tradotte in generose donazioni. Questa mattina, sabato 28 agosto, centinaia di piacentini hanno consegnato beni alla Croce Rossa di Piacenza.

I profughi erano arrivati martedì scorso all’ex aeroporto di San Damiano dove sono ospitati per il periodo di quarantena obbligatoria, in base ai protocolli anti Covid.  Un uomo è risultato positivo asintomatico e ora si trova in isolamento. Da Kabul, i profughi (75 tra uomini, donne e bambini) sono arrivati con uno zaino e niente più. “Hanno bisogno di tutto” aveva detto il Comitato provinciale di Croce Rossa che si è occupato dell’accoglienza e ha lanciato la raccolta di beni alla quale i piacentini hanno immediatamente risposto con grande generosità.

Centinaia di sacchi carichi di vestiti, giocattoli, pile, caricabatterie sono stati consegnati questa mattina alla sede della Croce Rossa in viale Malta. Nella giornata di ieri erano arrivate numerose donazioni da parte delle aziende piacentine. Imponente la macchina organizzativa messa in campo dall’organizzazione di volontariato. I beni ricevuti dovranno essere smistati e sanificati prima della consegna.

SOSPESA LA RACCOLTA IN PROGRAMMA MARTEDI’ 31 AGOSTO La raccolta di questa mattina è andata oltre le aspettative, per questo è stata annullata la seconda consegna in programma alla sede di Croce Rossa martedì 31 agosto.

IL SERVIZIO DI NICOLETTA MARENGHI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà