Tragedia di Zena, campagna shock per Sonia e Daniele: “Se bevi non guidare”

01 Settembre 2021

Impossibile leggere senza piangere lo scritto di Danilo Tosi e il ricordo della figlia Sonia e Daniele Zanrei, 27 anni lei e 30 lui, delle loro ultime ore di vita, ore felici, prima che quella Vespa finisse travolta sulla provinciale di Zena da un 23enne che nel sangue aveva un livello di alcol superiore di sei volte il limite consentito. Le riflessioni e le ricostruzioni delle due famiglie, raccolte dal settimanale gratuito “L’Eco di Piacenza” nell’edizione di domani, sono una scossa, un brivido lungo la schiena, portano a farsi di continuo la domanda “E se capitasse a me? A chi amo?”, ma soprattutto, la più pesante, “E se fossi io a bere senza pensare di poter uccidere?”.

Il papà di Sonia, Danilo, editore del settimanale, ha voluto dedicare il numero in stampa alle due vittime, accompagnando la loro storia a dati, tabelle, spiegazioni su cosa significhi bere alla guida. E dal dolore infinito e insanabile di queste famiglie, Tosi e Zanrei, nasce una campagna, una locandina: “Se hai bevuto non guidare”, vi si legge, e ancora “Anche una piccola quantità di alcolici moltiplica le probabilità di provocare un incidente grave o mortale”, “Chi guida è responsabile, nessuno deve pagare con la vita gli eccessi degli altri”.

A sostenere l’iniziativa anche Libertà, Liberta.it e Telelibertà, oltre a Comune, Provincia di Piacenza, Automobile Club e tutti gli organi di informazione locali.

IL SERVIZIO COMPLETO SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2022 Editoriale Libertà