Street-art e riqualificazione urbana: due murales dedicati a Dante Alighieri

10 Settembre 2021

Per il settimo centenario della scomparsa del Sommo Poeta, nasce l’idea di una perfomance di street-art che è anche un progetto di riqualificazione urbana e di valenza sociale, a cura del gruppo Avis Comitato Provinciale di Piacenza, in collaborazione con l’associazione culturale Diciottotrenta. Due murales dedicati al padre della lingua italiana che proprio in questi giorni stanno prendendo forma sul lungo muro di 80 metri che parte dall’inizio di piazzale Milano fino alla Wall Street School di viale Risorgimento.

L’iniziativa racchiude arte, cultura e sociale perché vede protagonista il lavoro di squadra tra due street-artist piacentini – Fabio Guarino e Antonio Catalani – e due associazioni nell’ambito sociale – “Assofa Piacenza” e “La Matita Parlante” – che dopo un iniziale laboratorio direttamente sul campo, hanno cominciato “a occuparsi di forme e colori”.

“È un primo approccio alla volontà delle associazioni coinvolte e soprattutto di Avis di richiamare sempre più l’attenzione su progetti che riguardino il sociale da un punto di leggero, giovanile e artistico che riguarda artisti ed associazioni under 35 – spiega Giulio Taroni, presidente di Diciottotrenta – come lo stesso gruppo giovani Avis della città di Piacenza che sarà partner della premiazione del sabato sera” conclude.

“Abbiamo da subito aderito al progetto perché permette ad Avis di fare rete con altre realtà sociali – dichiara Mina Sibra di Avis Provinciale Piacenza – per sensibilizzare le giovani generazioni alla cultura e alla solidarietà”.

I lavori termineranno sabato 11 con una piccola premiazione al merito, da parte di Avis e Diciottotrenta, a due personalità che si sono distinte nell’ultimo periodo nell’ambito del sociale. Il muro, grazie alla collaborazione della ditta di costruzioni Fontanella, sarà visibile per alcuni mesi, prima di essere rimosso.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà