Hub farmaci di Piacenza, chiusura a fine ottobre. A rischio 11 lavoratori

21 Settembre 2021

A breve il magazzino Comifar di Piacenza chiuderà. La distribuzione dei medicinali alle farmacie piacentine cesserà il 30 settembre, mentre 11 operatori rischiano il posto di lavoro dalla fine di ottobre: i dipendenti di via Primo Maggio hanno circa trenta di giorni ancora garantiti dal punto di vista occupazionale, cioè il tempo necessario a svuotare lo stabilimento. Si è dunque aperto un tavolo sindacale con la multinazionale proprietaria dell’hub farmaceutico in città: “Siamo in trattativa con l’azienda al fine di ricercare la miglior soluzione possibile per le lavoratrici e i lavoratori coinvolti”, fanno sapere i referenti di Filcams Cgil.

L’imminente smantellamento del magazzino Comifar preoccupa il comparto delle farmacie piacentine. “Ad oggi – interviene Roberto Laneri, presidente provinciale di Federfarma – lo stabilimento di via Primo Maggio, l’unico a livello locale, garantisce quattro consegne al giorno alle nostre attività. La sospensione del servizio sul territorio, inevitabilmente, mette a rischio certi standard qualitativi. In un primo momento, le farmacie piacentine dovranno interfacciarsi con gli hub di Pavia e Milano. Ma Federfarma si è attivata per trovare un nuovo operatore disponibile a riaprire una sede nella nostra città. Il dialogo è in corso, non c’è ancora nulla di ufficiale”.

Il pericolo di chiusura era già emerso nel 2017, salvo poi essere sventato in extremis. Stavolta, invece, la prospettiva sembra irreversibile. Per adesso, i responsabili del gruppo Comifar non rilasciano alcuna dichiarazione.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà