Incidenti stradali a Castello e Borgonovo: due denunce per guida in stato di ebbrezza

22 Settembre 2021

 

Due automobilisti sono stati denunciati dai carabinieri nei giorni scorsi per guida in stato di ebbrezza. Il test è stato effettuato in seguito ad incidenti stradali.

A Castel San Giovanni il 14 settembre 2021 intorno alle 22.30 circa un’auto con un uomo alla guida era andata a sbattere contro la recinzione di un ristorante danneggiandola. Alla guida del veicolo, non di proprietà, vi era un 32enne con alcuni precedenti penali che per fortuna non è rimasto ferito. I rilievi erano stati effettuati da una pattuglia della stazione di Sarmato intervenuta sul posto. Gli accertamenti tossicologici eseguiti hanno fatto riscontrare un tasso alcolico pari a 3 g/l, di molto superiore al limite consentito. Il 32enne è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.

A Borgonovo Val Tidone il 19 settembre 2021 intorno alle ore 21.00, nell’incrocio tra via Fermi con Via Gramsci due auto si sono scontrate. Sul posto per effettuare i rilievi è sopraggiunta una pattuglia della Stazione di San Nicolò a Trebbia. Dai primissimi accertamenti era emerso che alla guida di una delle vetture c’era una 46enne in evidente stato di ebbrezza alcolica ma che ha rifiutato di sottoporsi al test alcolemico. Al termine di tutti gli accertamenti, il veicolo è stato sequestrato, la patente è stata ritirata e la 46enne è stata denunciata all’autorità giudiziaria per rifiuto di sottoporsi ad alcoltest.

“Preme far sapere – scrive l’Arma dei carabinieri in una nota – che la capacità di guida, soprattutto in termini di attenzione e concentrazione, è influenzata negativamente dall’assunzione di alcool e/o sostanze stupefacenti. L’abuso di alcool ha un effetto sedativo e riduce la vigilanza, crea euforia, facilita l’assunzione di comportamenti imprudenti, esagera la fiducia nelle proprie abilità e falsa la percezione delle distanze e della velocità. A parità di concentrazione di alcool nel sangue, il rischio aumenta molto rapidamente quanto minore è l’età del conducente e quanto è più rara la frequenza con cui si consumano usualmente bevande alcoliche”.

 

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà