Famiglia Piasinteina, per i suoi primi 68 anni si regala una nuova sede

07 Ottobre 2021

La Famiglia Piasinteina ha compiuto proprio ieri i suoi primi 68 anni di attività, e per festeggiare si è fatta davvero un bel regalo. È la nuova sede, in via X Giugno 3, all’interno di Palazzo Chiappini dell’Opera Pia Alberoni. Per l’occasione, proprio ieri pomeriggio il “razdur” della Famiglia Piasinteina Danilo Anelli ha voluto inaugurare la “casa” alla presenza di autorità civili e militari, che hanno anche assistito al concerto con il maestro Roberto Sidoli al pianoforte e le voci del tenore Gianni Zucca e del soprano Rebecca Brusamonti.

“Dopo 19 anni in via San Giovanni ci siamo trasferiti qui, e sarà l’ultima volta – ha detto Anelli – una giornata particolare per questi due festeggiamenti e anche perché oggi riprende l’attività del nostro sodalizio, la pandemia ci ha fermato e abbiamo colto l’occasione appena abbiamo potuto di venire qui”.

In 68 anni la Famiglia Piasinteina ha rappresentato “la cultura dei piacentini, infatti riprenderemo la scuola di dialetto il prossimo novembre e tra i partecipanti ci saranno anche persone da altri paesi, perfino cinesi”. Questi gli appuntamenti di ottobre: giovedì 7, ore 17 in sede, “Dante, padre della lingua italiana, e il ruolo di essa nell’identità delle nostre “radici”, conferenza del dottor Roberto Laurenzano, presidente della Società “Dante Alighieri” di Piacenza, nell’ambito delle “Celebrazioni dantesche” per il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri (1321-2021); sabato 9, ore 21 in Santa Maria di Campagna, “La puvartä – Piaśeinsa d’ìuna vota”, poesie, racconti con il gruppo Dees Matt della Famiglia Piasinteina, regia di Cesare Ometti; martedì 12, ore 21 in Santa Maria di Campagna, “Dante e Firenze: amore e dolore”, in collaborazione con la Società Dante Alighieri, interverrà Roberto Laurenzano; venerdì 15, ore 21 in Santa Maria di Campagna, “Placentia Francescana – Storia, leggende, e tradizioni del culto francescano nella città del secolo XIII”, in collaborazione con l’Associazione Culturale Archistorica, interverrà Manrico Bissi; giovedì 21, ore 21, in sede, “Piacenza esoterica”, riferimenti alla “Geometria Sacra” nell’architettura della città e dei suoi monumenti, in collaborazione con l’Associazione Archistorica, interverrà Manrico Bissi; sabato 23, ore 21 al Teatro President, “Me nessuno mi mette nel sacco (La Signora non abita più qui)” di Umberto Fava, seguiranno altri brani dialettali, interverranno Pino Spiaggi, Mirella Girometti, Pietro Rebecchi, Cesare Ometti, Daniela Balordi, Nice Fariselli e Luciano Del Giudice; giovedì 28, ore 16.30, in sede, “I due soli”: medievalità, universalità’ e perennità della visione politica di Dante”, conferenza del professor Maurizio Dossena, con letture (Paradiso – Canto VI), nell’ambito delle “Celebrazioni dantesche” per il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà