Angela Bianchi, ex sindaco di Gossolengo: “Quelle aree mai pensate per la logistica”

12 Ottobre 2021

Una ci ha messo la firma e ne ha assunto la responsabilità politica, l’altro ha “disegnato” materialmente le nuove aree di espansione sulle mappe urbanistiche. Adesso, l’ex sindaca di Gossolengo Angela Bianchi e l’architetto Benito Dodi (che compilò il Psc ormai quasi 15 anni fa) dicono “no” alla nuova espansione logistica di 150mila metri quadrati a Gossolengo ed entrambi hanno firmato ai banchetti contro il nuovo insediamento. Quindi, in pratica, contro la loro stessa vecchia programmazione urbanistica. Nessuna contraddizione, però.

“Quei terreni pianificati non sono mai stati pensati per la logistica ma come area di espansione e di sfogo per eventuali attività produttive” spiega Bianchi. “Piccoli capannoni, ditte artigianali o piccole imprese. Con la logistica Gossolengo verrebbe invece snaturato, senza contare la svalutazione delle abitazioni. Conosco persone che hanno appena preso casa e ora pregano perché questo progetto non passi”. E anche Dodi fa notare come oggi esistano dei capannoni vuoti da recuperare e non ci sia più spazio per espansioni. “Allora quella pianificazione aveva un senso, oggi non più” spiega. “Ed è mancato un percorso partecipativo con la gente prima dell’adozione del progetto”.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà