Monticelli: 103 anni per le gemelle Fernanda e Elsa, le più longeve d’Italia

17 Ottobre 2021

Fernanda ed Elsa Tassi sono nate a San Giuliano, frazione di Castelvetro, 103 anni fa. Il loro compleanno, da qualche tempo, viene festeggiato nelle due Case di Riposo dove ora sono ospiti. Fernanda è a Castelvetro, all’Istituto Biazzi, mentre Elsa è all’Rsa Villa Verdi di Tabiano, nella provincia di Parma. Le due sorelle, classe 1918, a causa della pandemia e anche dell’età, fanno fatica ad incontrasti di persona e, proprio in questi giorni si sono sentite al telefono per augurarsi il buon compleanno. Fernanda, che nello scorso febbraio ha anche ricevuto la vaccinazione anti Covid, e che, per questo, è andata sui notiziari nazionali, ha iniziato a lavorare da bambina, a circa 14 anni, come si faceva in quell’epoca. Sposata e rimasta vedova a causa della morte in guerra del marito, si è risposata e ha continuato a lavorare in campagna. La sua mansione principale era nella raccolta della frutta, produzione della quale le campagne della Bassa piacentina ne sono rigogliose. All’istituto Biazzi Fernanda è ormai un personaggio conosciuto da tutti, affabile, simpatica e sempre disponibile, partecipa appena può, a tutte le iniziative dell’Istituto. Una delle cose che le è sempre piacito fare è giocare a tombola. Insieme a sua sorella Elsa sono le gemelle più longeve dell’intera Italia. Sua sorella elsa, oggi a Tabiano, durante la sua vita lavorativa ha svolto la mansione di sarta, sposata, ha due figli. Entrambe chiedono sempre a proposito della salute della sorella e, l’auspicio di tutti, è poterle farle incontrare nuovamente in uno dei prossimi appuntamenti. L’ultima volta che si sono incontrate è più di un anno fa e ogni tanto riescono a sentirsi per telefono ma, com’è immaginabile pensare, la sordità che colpisce con l’età avanzata, impedisce un dialogo ottimale. All’Istituto Biazzi hanno preparato una festa per Fernanda alla quale è intervenuta anche la figlia Graziella.

I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI FABIO LUNARDINI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà