Ugl: “Decine di lavoratori a casa oggi perchè non sono riusciti a fare il tampone”

18 Ottobre 2021

Decine di persone oggi non sono andate al lavoro perché ieri non sono riusciti a fare il tampone in farmacia al fine di ottenere il green pass, obbligatorio nei luoghi di lavoro dal 15 ottobre scorso. E’ quanto riferisce il sindacato Ugl in una nota.

Il sindacato aggiunge che ieri pomeriggio erano 16 le farmacie aperte nel Piacentino e “la maggior parte era satura per le prenotazioni ricevute, con alcune non è stato possibile comunicare telefonicamente, fuori da molte farmacie ci sono state le code già documentate. In provincia ci sono anche 8 laboratori analisi che possono fare tamponi ma ieri erano tutti chiusi. Alle ore 19.00 era ancora possibile trovare un posto per il tampone solo nelle farmacie di Rottofreno e Pianello. I lavoratori delle farmacie si sono prodigati per somministrare i tamponi fino ai minuti precedenti alle chiusure degli esercizi ma l’impossibilità di assicurare ai cittadini, lo ripetiamo ancora una volta, ciò che obbliga a fare la dissennata legge che impone il lasciapassare per lavorare è evidente ed incontestabile”.

“Intanto – prosegue la nota di Ugl – continuiamo a dare assistenza ai lavoratori vittime di questo abominio giuridico e sociale ed abbiamo già pronta la richiesta di risarcimento danni (per chi non ha avuto il green pass non per colpa sua) che seguiremo nell’interesse dei lavoratori insieme al nostro legale Sara Soresi”.

Domani è previsto un incontro in prefettura.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà