“Un’estate al servizio degli altri”: a Podenzano premiati i giovanissimi volontari

18 Ottobre 2021

“Speriamo che il progetto AggregaMenti dell’Unione Valnure Valchero venga esteso a tutta la provincia piacentina, perché il bene deve fare rumore e il mondo del volontariato continuare ad essere uno dei motori della vita sociale”.

Risuonano quasi come un appello le parole dell’imprenditore Valter Bulla, del presidente di Anmil Bruno Galvani, del responsabile del rifugio Segadelli Gianni Bonadé e degli amministratori comunali di Podenzano che ieri hanno partecipato al momento di ringraziamento dei giovanissimi podenzanesi che hanno aderito al progetto “AggregaMenti” dell’Unione Valnure Valchero ed attuato dal Comune.

In piazza Nuova si sono ritrovati una trentina dei 50 ragazzi tra i 13 e i 18 anni che durante l’estate, tra luglio e settembre, hanno partecipato al progetto facendo conoscenza ed esperienza del mondo del volontariato. C’erano anche le associazioni che in questa esperienza hanno affiancato i giovani permettendo loro di comprendere l’importanza dell’impegno civico, per sé e per gli altri.

“In questi anni – osserva il sindaco Alessandro Piva – abbiamo dovuto affrontare temi che ci hanno messo un po’ a disagio, come gli atti di vandalismo in aree pubbliche. La soluzione migliore per molti è quella di utilizzare telecamere in tutti gli angoli del paese, ma questo non è possibile. L’unica soluzione per noi è fare esperienze di crescita e capire che tutto quello che ci circonda nel nostro paese è di ciascuno e di tutti. Avervi visto in questi mesi impegnati in tante attività utili per il bene della comunità mi ha riempito il cuore di gioia, speranza e orgoglio”.

LE FOTO DI EMILIO MARINA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà