Pestaggio di Sant’Antonio, in carcere i due giovani accusati di tentato omicidio

22 Ottobre 2021

Restano in carcere il 23enne piacentino di origini marocchine e il moldavo 18enne accusati di tentato omicidio per aver picchiato nella notte fra lunedì e martedì a Sant’Antonio un trentaquattrenne piacentino che al momento si trova in coma farmacologico nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Piacenza.

Oggi, venerdì 22 ottobre, vi è stato interrogatorio dei due davanti al giudice. Il 23enne difeso dall’avvocato Antonino Rossi ha risposto alle domande, spiegando che era intervenuto per soccorrere una ragazza che aveva chiesto il suo aiuto. Il giovane ha detto di essere dispiaciuto per quanto accaduto, ma che il piacentino era assai più robusto di lui e che per difendersi lo ha colpito con una bottigliata e poi con un calcio. Il moldavo, che era assistito dall’avvocato Jonathan Vignali, si è invece avvalso della facoltà di non rispondere.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà