Torna alla Cattolica dopo la laurea nel ’79: tre giorni di ricordi per il senegalese Venn

25 Ottobre 2021

Tre giorni di emozioni che riassumono una vita: il ragazzo diventato adulto, gli studi universitari, l’incontro con l’amore, l’amicizia, il rafforzamento nella fede. Ma anche la lontananza dalla famiglia, gli ostacoli dell’inserimento in una società con geografia, abitudini e lingua diversi. Tutto ciò ha scosso fino alle lacrime, maturando un senso di gratitudine immenso verso la sua buona stella, Nicolas Venn, di nazionalità senegalese, laureatosi dottore agronomo l’otto febbraio1979 all’Università Cattolica di San Lazzaro con una tesi in genetica vegetale sotto la guida del professor Carlo Lorenzoni.

Questi giorni sono stati una full immersion nel passato iniziata la sera di mercoledì scorso, quando, insieme alla moglie Lissa è arrivato a Piacenza. Il dottor Venn ha salito la bianca scalinata di quella che, al suo tempo, era la sola Facoltà di Agraria a San Lazzaro. “Non c’erano tutti questi edifici”, ha esclamato l’ex studente ora dai capelli bianchi mentre veniva accolto dal direttore del campus Mauro Balordi e dal professor emerito Giuseppe Bertoni, il più giovane dei docenti dei suoi anni di studi. Dal direttore all’agronomo senegalese l’omaggio della felpa della Cattolica e viceversa la fotocopia della pergamena di laurea con la prestigiosa firma del rettore, Giuseppe Lazzati, succeduto al fondatore padre Agostino Gemelli.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà