Botte e minacce alla fidanzata: condanna e lavori per un 35enne

10 Novembre 2021

Condannato a un anno e otto mesi di pena e a 40 giorni di lavori socialmente utili un piacentino trentacinquenne accusato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sua ormai ex compagna. L’uomo in base all’accusa, aveva ripetutamente malmenato la fidanzata, prendendola a calci, scaraventandola contro un tavolo, strappandole i capelli e minacciandola. Per tale motivo il pm, al termine della sua requisitoria, aveva chiesto nella precedente udienza due anni di pena. Il 35enne si è sempre dichiarato innocente.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà