Consorzio di bonifica, il nuovo presidente è Luigi Bisi. I vice sono Calandri e Riva

15 Novembre 2021

E’ Luigi Bisi il nuovo presidente del Consorzio di bonifica di Piacenza per i prossimi cinque anni. Ad affiancarlo, i due vicepresidenti Paolo Calandri e Stefano Riva. Dopo le elezioni del settembre scorso, si è riunito oggi – 15 novembre – il consiglio di amministrazione dell’ente per la nomina degli amministratori che costituiranno l’organo di indirizzo strategico e di orientamento delle politiche gestionali per il mandato 2021-2026.

Nel comitato amministrativo ci sono anche Filippo Gasparini e Giampiero Silva.

Del nuovo consiglio di amministrazione, inoltre, fanno parte Giovanni Ambroggi, Francesca Bertoli Merelli, Fabrizio Binelli, Giuseppe Castelnuovo, Giacomo Delmolino, Roberto Ferrari, Piero Gandolfi, Domenico Giafusti, Gabriele Girometta, Umberto Gorra, Mario Mistraletti, Paolo Passerini, Riccardo Piras, Andrea Pompini, Carlo Ponzini, Andrea Reggi, Attilio Sfolcini, Vittorio Silva. A loro si aggiungono Mauro Guarnieri, Alessandro Chiesa e Paolo Calestani, i tre sindaci nominati durante l’assemblea dello scorso 5 novembre indetta per la nomina dei rappresentanti dei comuni ricompresi nel comprensorio consortile.

Quello di Luigi Bisi – 40 anni, perito agrario, imprenditore agricolo di Gragnano Trebbiense già delegato giovanile di Coldiretti e successivamente presidente di Coldiretti Piacenza e del Consorzio Agrario Terrepadane – è un ruolo di responsabilità che si appresta a ricoprire con “grande attenzione alle esigenze dei territori in aderenza con gli amministratori locali e le persone che li vivono. Identificheremo le priorità e metteremo a cantiere le necessità. Il Consorzio di bonifica è una macchina complessa che va compresa e conosciuta. A ogni amministratore verrà riconosciuto il ruolo di gestore del territorio che rappresenta e dovrà segnalare quelle che sono le necessità e problematiche in modo da lavorare in squadra”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà