Ghostbusters al cinema, due piacentini trasformano la loro auto nella mitica Ecto-1

18 Novembre 2021

Hanno celebrato il ritorno al cinema degli Acchiappafantasmi in grande stile. Due appassionati piacentini, Stefano Pancini e Domenico Bombini, hanno riprodotto l’iconica auto da lavoro presente nel film, la Ecto-1, utilizzata dai professionisti del paranormale per pattugliare le strade di New York. I ragazzi lo hanno fatto in occasione del debutto sul maxischermo di “Ghostbusters: Legacy”, sequel diretto di “Ghostbusters – Acchiappafantasmi” (1984) e “Ghostbusters II – Acchiappafantasmi II” (1989).

“Siamo da sempre appassionati a questa saga – spiegano Pancini e Bombini -. Quando, nella primavera del 2019, era data per certa la realizzazione del nuovo film dei Ghostbusters, abbiamo iniziato a pensare di celebrarlo anche noi, costruendo una Ecto-1 tutta nostra. E la nostra Fiat 126 è un omaggio italiano alla Cadilac Ambulance Miller-Meteor limo-style endloader combination del 1959”. Il risultato, come si vede nella foto qui sopra, è spettacolare.

“Per realizzarla siamo partiti dalle immagini dal dietro le quinte del film – raccontano i due piacentini -. Con pazienza siamo andati alla ricerca di tutti quegli accessori capaci di rendere la Fiat 126 una vera Ecto-1. È servito oltre un intero anno di lavoro. All’interno di un garage, abbiamo trascorso pomeriggi e intere serate assieme ad alcuni amici per assemblare il materiale e per il cablaggio dei fili. Il tubo grigio lo abbiamo trovato in un centro di ricambi per lavatrici, quello più grosso blu in una ditta che realizza piscine. Invece la sirena, che riproduce lo stesso suono della vettura nei film, è stata recuperata a Bologna in una fiera dedicata ai mezzi di emergenza. Su Internet abbiamo comprato vecchie barre lampeggianti che erano in dotazione su veicoli americani. Su un altro portale web abbiamo ordinato gli adesivi e le riproduzioni delle targhe”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà